Intervistona del lunedì - 21/10/2013

Nome e cognome: VITTORIO MASARATI
Nato a BORGONOVO VAL TIDONE il 14/10/1968
Arbitro dal 14/06/1995
Organo tecnico di appartenenza: OTS
Categoria arbitrata: SETTORE GIOVANILE

1)       Da poco è passato il tuo compleanno, come lo hai festeggiato?

Come direbbe il buon Leonardo (Anselmi, un collega, ndr): "45 anni fa era un lunedì". L'ho festeggiato in sezione tranquillamente. 

2)       Vittorio, sono tanti anni che sei sui campi e continui a portare nuovi ragazzi a far parte della nostra squadra... sono vere le voci che dicono che stai fondando una sezione a parte a Borgonovo?

Sono sicurezze, certezze... ma per i prossimi 70 anni penso di aspettare...

3)       Sei diventato molto famoso a Borgonovo grazie al calcio che ormai molti ti considerano il sindaco... è vera sta storia?

Il sindaco è il primo passo. Punto direttamente alla Presidenza della Repubblica, poi a Segretario Generale dell'ONU 

4)       Arbitrare da soli è difficile... molte situazioni spesso sfuggono al direttore di gara, anche se giovane. Un vecchietto come te come fa? Quali sono i segreti della tua eterna giovinezza?

(ride per il "vecchietto", ndr)

  • Il pollo vecchio fa buon brodo;
  • Il segreto è far correre gli altri, alzare il collo e col binocolo vedere i falli

5)       Che squadra tifi?

Un arbitro non tifa. Un arbitro è super partes, e dunque può solo simpatizzare.

5bis)   Allora mi sorge spontanea un'altra domanda: che squadra simpatizzi?

Simpatizzo per quelle squadre che in campo si comportano regolarmente.

6)       Qual è l’episodio più strano che ti è capitato in campo?

Ve ne racconto due, ma senza indicare le squadre:

  • Mi trovavo ad arbitrare un derby di Terza Categoria e, grazie alla mia erre moscia, dopo aver ripreso un giocatore, uno del pubblico ha detto: "Amici, ararararararar" (clicca per la nota audio ). Ho dovuto fermare il gioco e aspettare a riprenderlo finché calciatori e pubblico non smettessero di ridere.

  • Un'altra volta sono entrate in campo tre o quattro "gallinelle americane" (in foto). Ho dovuto fermare il gioco per impegnare i giocatori all'inseguimento delle galline.

Ringraziamo Vittorio per la sua disponibilità e ci vediamo lunedì prossimo!