Corso arbitri

Una nuova prospettiva

Il calcio, lo sport più bello del mondo. Non importa che tu sia un ragazzo o una ragazza, nel ruolo di Arbitro potrai vedere il calcio da una nuova prospettiva, che ti permette di essere al centro delle azioni e delle emozioni che questo sport da sempre offre.

Non hai un pallone e non hai una squadra, ma una divisa e un fischietto per decidere.

L'importanza di chiamarsi 'Arbitro'

Lo facciamo per l’adrenalina, quella che sale poche ore prima della partita, appena prima del fischio di inizio e nel momento di assegnare un rigore. Anche i calciatori entrano in campo con la stessa adrenalina che il calcio dà, questa passione dipende proprio dal tuo fischio.

Questa è l’importanza di chiamarsi “Arbitro”.

Quella tessera che ci concede l’accesso gratuito in tutti gli stadi di Italia è la stessa che dice al mondo intero che proprio tu fai parte degli arbitri piacentini. Inizia tutto dal corso di formazione sul regolamento del calcio, insieme ad altri ragazzi, con cui condividi la stessa passione.

Ci sarà la tua prima gara, poi la seconda, la terza e quando sarà finita la stagione ti domanderai come sia passata così rapidamente; guardandoti indietro capirai che la gratificazione non nascerà tanto dai rimborsi spese per ogni gara diretta, ma per l’enorme senso di responsabilità e risolutezza che aumenterà partita dopo partita.

Una squadra, una passione

Sudore, studio, impegno e passione. Come ogni sportivo, anche noi corriamo per inseguire un sogno. La Sezione di Piacenza mette a disposizione un polo d’allenamento dove, insieme ad un preparatore atletico, ci alleniamo per affrontare al meglio la partita della domenica.

Arbitro significa anche amicizia. Conoscerai compagni di viaggio con cui condividere la stessa passione. Entrerai a far parte di una squadra nuova, all’interno della quale coltiverai le amicizie più sincere che porterai anche fuori dal campo da gioco. Legati da questo curioso sport che è l’arbitraggio.

Arbitro dentro e fuori dal campo

Da un punto di vista formale, l’Arbitro durante la partita è quel giudice, imparziale e indipendente che si assume la responsabilità di mantenere ordine e correttezza nel corso di una partita. Lo sappiamo, essere Arbitro ti pone sempre sotto il giudizio degli altri, dei giocatori, dei dirigenti e di coloro che dalla tribuna esprimono giudizi senza aver mai preso in mano un fischietto, ma ricorda che siamo quelli che prendono decisioni in una frazione di secondo. Imparerai ad apprezzare questa capacità, imparerai a sfruttare questa risolutezza nella vita di tutti i giorni, in famiglia, con gli amici, a scuola o nel lavoro.

Imparerai a gestire situazioni di stress, a difendere e far rispettare le tue idee anche nelle situazioni più complicate. Diventerai un ottimo ascoltatore, osservatore e comunicatore: tutte soft-skill di leadership che saranno utili in tutti gli aspetti della tua vita.

Il triplice fischio

Essere Arbitro ti permette di vivere il calcio da un’altra angolazione, di tenersi in allenamento coltivando la passione per lo sport che è sulla bocca di tutti. Ti permette di crescere, di socializzare, di decidere e di prendere responsabilità che tante persone, oggi, hanno timore di assumere.

L’arbitraggio è una scuola di vita.